Acqua di riso

Acqua di cottura riso

Perché non bisogna buttare l’acqua di cottura del riso?

Negli ultimi anni si è iniziato a parlare delle proprietà dell’acqua di riso, che oltre a essere ottima per la pelle ed i capelli, offre anche dei benefici per la salute che possono aiutarci quando soffriamo di problemi come la diarrea. Ricca di vitamine e minerali, quest’acqua è ideale per trattare casi di vomito e diarrea, e addirittura per stimolare la produzione di latte materno.

In Asia, l’acqua di cottura del riso è uno dei segreti di bellezza più popolari, visto che la quantità di vitamine e nutrienti che contiene la rende un’ottima alleata per la cura della pelle e la bellezza dei capelli. Volete qualche motivo in più per non sprecarla?

Benefici dell’acqua di riso per la salute?

L’acqua di riso è ricca di vitamine del gruppo B, acido folico, ferro, potassio, zinco e magnesio, che fanno parte dei nutrienti che il riso perde durante il processo di cottura. Questi benefici possono essere sfruttati specialmente con il riso bianco, visto che questa varietà perde più nutrienti durante la cottura rispetto al riso integrale. I suoi principali benefici per la salute sono:

Dà energia
Tratta i problemi gastrointestinali come la diarrea, la nausea, il vomito, ecc.
Può arrivare a prevenire la gastroenterite
Aiuta a regolare la temperatura corporea
È raccomandata durante la gravidanza per migliorare e stimolare la produzione di latte materno
È l’ideale per calmare le irritazioni della pelle
Previene e cura la stitichezza
Benefici dell’acqua di riso per la bellezza

L’acqua di riso è piena di proprietà benefiche per la pelle, grazie alle sue vitamine, minerali e antiossidanti. I suoi benefici aiutano a proteggere la pelle dai raggi del sole, combattono le infiammazioni e irritazioni della pelle e prevengono l’invecchiamento precoce.

Uno dei composti più particolari contenuti nell’acqua di cottura del riso è l’inositolo, un composto che promuove la crescita delle cellule e stimola il flusso sanguigno, il segreto per prevenire i segni prematuri dell’età e diminuire i pori dilatati della pelle. In sintesi, i benefici cosmetici dell’acqua di riso sono:

Una pelle più morbida e vellutata
È un eccellente tonico naturale
Aiuta ad aprire i pori ostruiti del viso
Calma le irritazioni della pelle
Crea uno strato protettivo sulla pelle
Si può applicare sui capelli per aumentare lucentezza e morbidezza

Scopri come prepararla.

Vedi anche : Acqua di cottura Aloe il gel Golden Milk Non si conservano in frigo .

 

Bellezza

La bellezza è un marker di salute genetica, infatti pare che la Natura sia dalla parte dei belli. Oltre ad aver dato loro la bellezza, ha anche messo uno scudo intorno al loro sistema immunitario. A dirlo è uno studio dell'Università di Cincinnati condotto tra 15mila persone di età compresa tra 24 e i 35 anni. Secondo gli studiosi, chi risponde ai canoni estetici di Tom Cruise o Irina Shayk gode anche di una migliore salute: è più in forma (da tutti i punti di vista) e si ammala di meno. Dunque, le persone attraenti hanno un corredo genetico migliore: la bellezza è la spia di un Dna più sano. Per confermare questa tesi sono state individuate alcune patologie: acufene, asma, diabete, pressione alta, ipercolesterolemia, depressione, alle quali chi è avvenente come un modello sarebbe meno esposto. Gli scienziati americani hanno fatto stilare la classifica dei più belli da una “giuria” indipendente che doveva valutare la bellezza del prescelto in una scala da molto a poco attraente. Ai ricercatori il compito di confrontare l'”indice di Venere” con le cartelle cliniche. Risultato: per ogni punto di bellezza in più gli uomini hanno un rischio inferiore del 13% di avere il colesterolo alto, del 20% di avere la pressione alta, del 15% di incorrere in una depressione. Per le donne più affascinanti l'effetto era analogo.

Capelli bianchi

capo

Come nascondere i capelli bianchi

I capelli di colore bianco o più chiari che compaiono agli uomini e alle donne di solito dopo i 40 anni non sono molto “simpatici” perché, per molti, indicano il trascorrere del tempo e l’avvicinarsi alla terza età. Se iniziano a spuntarvi i primi capelli grigi, non esitate a leggere questo articolo per scoprire come nasconderli con rimedi da preparare in casa.

Perché spuntano i capelli bianchi?

Sono un chiaro segnale di invecchiamento, anche se ci sono casi di persone giovani che hanno i capelli bianchi prima dei 35 anni. Si notano di più in chi ha i capelli scuri e, così come per le rughe, si cercano tutti i modi per evitarli o nasconderli. Nonostante sia inevitabile che i capelli diventino tutti bianchi un giorno, è possibile ritardarne la comparsa con alcuni rimedi da preparare in casa, così come utilizzare tinte naturali.

La causa principale per cui compaiono i capelli bianchi è il tempo. L’età in cui questi appaiono, secondo gli esperti, dipende dai geni materni. Se a nostra madre sono spuntati i capelli bianchi in giovane età, quindi, è probabile che anche noi li avremo intorno ai 40 anni (o prima). Il motivo è l’assenza di melanina, il componente che dà colore al capello. Fattori come lo stress oppure condurre uno stile di vita non molto sano possono contribuire. Si dice anche che l’assunzione di molti zuccheri e farine raffinate sia un altro fattore che determina la comparsa dei capelli bianchi, anche se questo dato non è stato del tutto confermato.

Le donne soffrono di più rispetto agli uomini quando hanno i capelli bianchi e, inoltre, a loro di solito compaiono prima. Quello che succede è che la maggior parte li nascondono in diversi modi.

 


 

Rimedi per ritardare la comparsa dei capelli bianchi

Grazie a queste ricette da preparare in casa, potete migliorare l’aspetto dei vostri capelli, ritardandone la perdita di colorazione. Aiuteranno, inoltre, a rafforzare ed idratare i capelli. Se avete capelli bianchi in età prematura, l’eredità genetica influisce molto (come detto anteriormente), anche se la carenza di iodio o di rame può essere alla base del problema. Assumete più noci, cereali integrali, legumi, arachidi e piselli. Riducete invece l’assunzione di alcol e smettete di fumare. Ad ogni modo, i migliori rimedi a cui ricorrere per non avere i capelli bianchi sono:

Salvia

 

Si tratta di una pianta consigliata soprattutto per chi ha i capelli castani. La salvia possiede numerose proprietà e diverse applicazioni. Preparate un infuso con un pugno di salvia e un altro di tè nero in mezzo litro d’acqua distillata bollente. Lasciate che si raffreddi ed utilizzatelo come ultimo risciacquo quando fate lo shampoo.


Rosmarino

 

Se avete i capelli scuri, potete godere dell’infuso di rosmarino per nascondere i capelli bianchi. Preparate un tè con quattro cucchiai di rosmarino per mezzo litro d’acqua. Vi aiuterà anche a rafforzare le radici e migliorare l’aspetto del cuoio capelluto. Potete usare un diffusore per spargerlo su tutti i capelli. Con il passare dei giorni e un’applicazione giornaliera, il colore dei capelli diventerà più scuro.


Camomilla e curcuma

 

Queste due opzioni sono per i capelli castano chiari o biondi. Usando un infuso con entrambi gli ingredienti, potete ottenere riflessi dorati e nascondere i capelli bianchi. Mescolate quattro cucchiai di camomilla in mezzo litro d’acqua, filtrate ed utilizzate come ultimo risciacquo. Se inoltre volete che i vostri capelli ottengano una tonalità più color miele, aggiungete al tè due cucchiai di curcuma in polvere.


Avocado, olio di argan o olio di cocco

 

Questi tre alleati indispensabili per i capelli possono aiutarvi a ritardare la comparsa dei capelli grigi. I componenti oleosi, inoltre, idratano i capelli. Potete mescolare i tre ingredienti per preparare una maschera. Coprite i capelli con un asciugamano caldo, lasciate agire per 20 minuti e sciacquate con abbondante acqua calda.


Magnolia

 

Il tè alla magnolia è ottimo per nascondere i capelli bianchi. Non dovete fare altro che mescolare un cucchiaio di questa pianta in una tazza di acqua calda. In seguito, filtrate e, una volta raffreddato, versate sui capelli puliti. Renderà più scuri i capelli bianchi lasciando una tonalità più uniforme a tutta la chioma.


 Ricette da preparare in casa per nascondere i capelli bianchi

Oltre ai rimedi naturali anteriormente citati, potete trarre profitto dai benefici delle seguenti ricette a base di ingredienti che di sicuro avete a casa o che potete ottenere senza problemi:

 

Ricetta a base di noce bianco, noce, uovo e rosmarino

 

Avrete bisogno di 2 foglie di noce bianco, 5 noci tritate, il guscio di 1 uovo e un pugno di rosmarino. Mescolate tutto e formate una pasta che utilizzerete come maschera per capelli. Lasciate agire un’ora e poi sciacquate con abbondante acqua. Ripetete una volta alla settimana.


Ricetta a base di salvia e rosmarino

 

Saranno necessari tre cucchiai di entrambe le pianti, se fresche ancora meglio, e una tazza d’acqua bollente. Mescolate bene e lasciate riposare per dieci minuti. Colate ed applicate sui capelli come ultimo sciacquo (non lavateli dopo).


Ricetta a base di henné e succo di limone

 

Gli ingredienti sono tre cucchiai di henné in polvere ed un cucchiaio di succo di limone. Mescolate bene per ottenere un impasto consistente. Applicate e coprite con un cappello o una cuffia. Dovete lasciare agire per tre ore e poi sciacquare. L’henné lascia i capelli con una tonalità rossiccia se si ripete diverse volte il trattamento.

FIORI

 

Senescenza fast

visi

Un gruppo di studiosi statunitensi, israeliani, neozelandesi e inglesi, ha preso in esame giovani adulti sulla soglia dei 40 anni per osservare come il processo di invecchiamento si presenti in modo diverso da soggetto a soggetto.

Si è notato come in alcuni individui, da un punto di vista biologico, si accumulassero anche 3 anni per ogni anno solare trascorso. Pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, questa ricerca ha voluto dimostrare come l’invecchiamento cronologico possa presentarsi in modo diverso rispetto a quello biologico.

Lo studio

Il professor Dan Belsky, della Duke University Centers of Aging, ha spiegato come è stato condotto lo studio. “Si fanno molte ricerche sull’invecchiamento, ma raramente queste sono condotte su persone giovani in procinto di passare i 40 anni. Sfruttando i dati raccolti nel famoso studio Dunedin, sono stati presi in esame centinaia di soggetti nati nel 1972 e nel 1973 nella stessa città. Questi sono stati seguiti dalla nascita fino ad oggi con misurazioni e prelievi fatti all’età di 18, 26, 32 e 38 anni”.

Gli esami hanno monitorato vari aspetti:

sistema metabolico ed immunitario
funzioni di reni, polmoni e fegato
colesterolo HDL
fitness cardio-respiratorio
lunghezza dei telomeri, le parti dei cromosomi che si accorciano con il passare degli anni
Altre analisi hanno coinvolto la salute di capillari, denti, e capacità fisica e psicologica. I risultati di questo monitoraggio sono stati sorprendenti, infatti, nonostante tutti i soggetti esaminati avessero un’età anagrafica di 38 anni, alcuni ne dimostravano una biologica di 30 e altri una di 60. I soggetti che hanno dimostrato di avere un’età maggiore hanno manifestato problemi nello svolgimento di varie attività, come il salire le scale, ma anche minori performance nei test psicologici.

Invecchiamento precoce

L’invecchiamento biologico precoce, prosegue il dottor Belsky, si riflette anche su quello estetico. Le foto dei soggetti presi in esame sono state mostrate ad un gruppo di studenti universitari, i quali hanno giudicato come più anziani proprio quelli che si erano dimostrati avere una maggiore età biologica.

Lo studioso afferma come il processo di invecchiamento inizi già a partire dai 26 anni, e subisca forti influenze da fattori ambientali e stile di vita. Belsky conclude sostenendo che lo studio portato avanti da lui e da i suoi colleghi ha mostrato la strada da percorrere per rendere più lento il processo di senescenza, andando ad agire su questi ultimi due fattori.

 

Vedi anche :Fili biorivitalizzanti Biorivitalizzazione Dieta ideale Ridere Desiderio Siero per la pelle fai da te Pelle e alimentazione Capelli caduta Pelle grassa Pelle fumo pelle Sole e pelle .


 


 

Planisfero nuovi iscritti al sito www.studiocastellazzi.com

Seguici su Facebook

Traduci il sito per me

Traduci in ogni lingua per me

 

web

QR code

Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando o chiudendo questo messaggio, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Per saperne di più, clicca su "Approfondisci".